Oyakodon di Kodomo No Omocha

Vai alla ricetta passo passo con foto dell’oyakodon di Kodomo No Omocha

In Kodomo No Omocha, conosciuto in Italia come Rossana, è famosissima la scena in cui Sana sbraita contro la famiglia Hayama nominandola “stupido oyakodon”.

Scena del manga Kodomo no omocha dove Sana nomina la famiglia Hayama "Stupido Oyakodon"
Scena del manga Kodomo no omocha dove Sana nomina la famiglia Hayama “Stupido Oyakodon”

Ma perché Sana li chiama così, cos’è l’oyakodon?
L’oyakodon, una delle forme più famose del donburi, è una ciotola composta da una base di riso su cui sopra viene posta una frittata di pollo e cipolla cotta in una salsa formata da brodo dashi, salsa di soia, sake, mirin e zucchero.
La parola oyakodon si traduce letteralmente in “ciotola di genitore e figlio”, in quanto il pollo rappresenta “il genitore”, mentre l’uovo “il figlio”. E questo va a rafforzare ciò che dice Sana nella battuta, ovvero “stupidi padre e figlia”.

Le dosi per questa ricetta sono per 2 ciotole di oyakodon.

Per la ricetta di questo oyakodon ho preso spunto da Just One Cookbook.

«Ora che ci penso, stasera alle otto andrà in onda lo sceneggiato in cui hai recitato tu, vero? L’ho letto anche sul giornale!»
«Già, e io vorrei a tutti i costi che anche la stupida famiglia Hayama lo guardasse. Beh, ormai l’ho già detto però… voi siete degli stupidi. Uno stupido padre e una stupida figlia! Io vi nomino stupido oyakodon! […] Se fossi cresciuta con qualcuno che non avesse fatto che dirmi “demonio, demonio!” anch’io avrei finito per diventare un demonio davvero! Stupidi padre e figlia! Cercate di fare qualcosa per rimediare!»

Sana Kurata
Oyakodon di Kodomo No Omocha

Kodomo No Omocha: trama

Kodomo No Omocha (letteralmente Il giocattolo dei bambini -こどものおもちゃ) narra la storia di Sana Kurata (in Italia Rossana), ragazzina delle elementari nonché famosa interprete di una trasmissione televisiva intitolata per l’appunto “Il giocattolo dei bambini” e Akito Hayama, un bulletto suo compagno di classe dal carattere problematico e turbolento.
Sana e Akito non potrebbero essere più opposti: lei vivace, allegra ed estremamente positiva, lui rabbioso, oscuro ed introverso. Inizialmente nemici poiché la ragazza è determinata a porre fine alle malefatte di Akito che rendono impossibili lo svolgimento delle lezioni, i due finiscono con l’avvicinarsi quando Sana scopre il motivo del carattere di Hayama. Da quel momento il loro rapporto diventa più profondo, finendo per sostenersi a vicenda nei momenti difficili.

Kodomo No Omocha: recensione

Penso che il titolo di quest’opera, “Il giocattolo dei bambini”, sia un po’ provocatorio. Letto così, può sembrare che si tratti di un’opera infantile e delicata, ma in Kodocha i bambini sono i veri adulti e le tematiche affrontate ti arrivano come un pugno allo stomaco. 😣 Le vite familiari di Sana e Akito sono complicate, dolorose e crude e questo può far pensare che Kodocha sia un’opera pesante, ma Miho Obana ha saputo perfettamente dosare drammaticità e comicità creando un perfetto equilibrio. È uno shoujo che ti tocca il cuore, che ti fa piangere e ridere con un tema portante importantissimo: quello di crescere e non mollare mai di fronte alle avversità della vita.
Tu hai letto Kodomo No Omocha? Ti va di dirmi cosa ne pensi nei commenti qui sotto?

Strumenti per preparare l’oyakodon

Per fare questo oyakodon ispirato a Kodomo No Omocha di Miho Obana ti servirà:

Pronto/a ad accendere i fornelli e preparare insieme l’oyakodon di Kodocha?

La ricetta dell’oyakodon di Kodomo No Omocha

Porzioni

2 persona

Tempo di preparazione

40 minuti

Difficoltà

Facile

Ingredienti

  • 150 gr. di riso arborio

  • 350 gr. di cosce di pollo disossate e prive di pelle

  • 85 gr. di cipolla

  • 2 uova grandi

  • 180 ml. di brodo dashi

  • 2 cucchiai di mirin

  • 2 cucchiai di sake

  • 2 cucchiai di salsa di soia

  • 1 cucchiaino e mezzo di zucchero

  • prezzemolo q.b.

Come fare L'Oyakodon: La ciotola di riso con pollo e uova

  • Prepara il riso a vapore con una vaporiera o un cuociriso e poi tienilo in caldo.
  • Prepara la salsa per l’oyakodon.
    Sciogli il dado granulare dashi in 180 ml. di acqua bollente.
    In una ciotola unisci il brodo dashi, 2 cucchiai di mirin, 2 cucchiai di salsa di soia e 2 cucchiai sake.
    brodo dashimirinsalsa di soia
  • Aggiungi un cucchiaino e mezzo di zucchero e mescola finché non si sarà sciolto.
    zucchero
  • Taglia la cipolla a fette di uno spessore di circa 0.5mm.cipolla
  • Per fare due oyakodon, dovrai ripetere 2 volte questa operazione.
    Metti sul fuoco una padella da 12cm di diametro e versaci un po’ meno di metà della salsa (la salsa residua servirà a condire il piatto finale) e metà della cipolla. Fai sobbollire per circa 15 minuti.cuoci cipolla nel brodo
  • Taglia le cosce di pollo a striscioline da circa 4 cm.Taglia strisce pollo
  • Trascorsi i 15 minuti, aggiungi il pollo in padella e cuoci per circa altri 10 minuti. Il pollo dev’essere cotto e la cipolla tenera.Cuoci pollo con la cipolla e brodo
  • In una ciotola sbatti l’uovo e versalo lentamente sul pollo e la cipolla.
    Copri la padella con un coperchio e cuoci a fuoco medio-basso finché l’uovo non è sì cotto, ma cremoso.Sbatti l'uovoVersa uova sul polloFrittata oyakodon
  • Riempi una ciotola giapponese di riso.Riso arborio al vapore
  • Disponi la frittata di riso, cipolla e uovo sul riso e versaci un po’ di salsa lasciata da parte.
  • Taglia il prezzemolo e disponilo sopra alla frittata.
    Servi. 😍
Oyakodon Kodocha

Conservazione

L’oyakodon si conserva in frigorifero in un contenitore per 1 giorno, ma è meglio gustarlo appena fatto.

Hai preparato l’oyakodon?

Hai preparato l’oyakodon seguendo questa ricetta? Dimmi cosa ne pensi lasciando un commento qui sotto 😊

oyakodon di Sana Kurata e Akito Hayama

La tua mamma si è impegnata con tutta se stessa per farti nascere perché lei ti ama. Quindi anche per tua mamma impegnati con tutto te stesso nel vivere.

Sana Kurata
Condividi la ricetta su: