Come scegliere una gelatiera casalinga

Vuoi produrre il gelato in casa e sei tentato di acquistare una gelatiera per evitare di mescolare il tuo gelato ogni mezz’ora per tutto il pomeriggio? Sappi che esistono due tipi di gelatiera:

  • Gelatiera ad accumulo
  • Gelatiera con compressore auto-refrigerante

Gelatiera ad accumulo: cos’è e come funziona

Cos’è e come funziona una gelatiera ad accumulo? Una gelatiera ad accumulo è composta da un cestello auto-refrigerante che va riposto in freezer circa 24 ore prima dell’utilizzo e da un motore. Quando il cestello è sufficientemente freddo, lo si toglie dal freezer, si aggancia al motore, si accende la gelatiera e si versa il composto. Il motore non farà altro che muovere una spatola che mantecherà il vostro gelato, il resto lo farà il cestello freddo.

Sembra strano, ma vi garantisco che funziona, infatti Gelataio della Simac è stata la mia prima gelatiera. Un consiglio che vi do è quello di non prendetela troppo economica: non funzionerà bene.

Altra cosa: non versate il composto prima di aver acceso la gelatiera perché ghiaccerà immediatamente e non sarà più possibile mantecarlo (sì, mi è successo anche questo).

Gelatiera ad accumulo vantaggi

  • Economica: se siete alle prime armi, volete sperimentare e non sapete con che frequenza farete il gelato, è perfetta, perché il prezzo di una gelatiera ad accumulo è sulle 40-50 euro. Insomma, con pochi gelati rientrate tranquillamente nella spesa.

Gelatiera ad accumulo svantaggi

  • Cestello nel freezer: avere il cestello in freezer, significa occupare parte del congelatore. Se avete un congelatore grande, nessun problema, ma se come me avete il congelatore in combinazione con il frigorifero significa avere un cassetto perennemente occupato. Sì, perché il cestello di una gelatiera ad accumulo misura circa 15-20 cm in larghezza e 20-25 cm in altezza.
  • Tempi di raffreddamento del cestello: il cestello ha bisogno di essere riposto in freezer per circa 24 ore (ma questo tempo può variare in base alla dimensione della gelatiera e dal produttore) prima di essere utilizzato, altrimenti la gelatiera ad accumulo non funziona. Questo significa prevedere quando si avrà voglia di gelato e organizzarsi di conseguenza. Io, non riuscendo a farlo, lo tenevo da maggio a settembre in freezer…
  • Un gusto al giorno: la conseguenza di quanto detto sopra è che la gelatiera ad accumulo dà la possibilità di produrre un solo gusto di gelato al giorno. Dopodiché dovrà tornare in freezer per un bel po’ di tempo (se è ancora fredda, meno di 24 ore) per produrre altro gelato.
  • La temperatura del freezer: se la temperatura del freezer non è quella consigliata dal produttore, la gelatiera ad accumulo avrà delle difficoltà a raffreddare il composto e “creare” il gelato.
  • Dilatazione dei tempi di produzione: avendo dei problemi di temperatura del freezer, mettevo sempre per almeno un’oretta il composto in frigorifero prima di inserirlo nella gelatiera ad accumulo in modo da “aiutarla” nel lavoro. Funziona, ma i tempi di produzione del gelato aumentano.

Gelatiera ad accumulo: quale scegliere

Come vi ho scritto sopra, il prezzo di una buona gelatiera ad accumulo è sulle 40-50 euro, personalmente non spenderei di meno per non ritrovarmi con un “giocattolo” inutilizzabile.
Vi lascio alcuni link di buone gelatiere ad accumulo.

Gelatiera con compressore auto-refrigerante

Cos’è e come funziona una gelatiera con compressore auto-refrigerante? Molto semplice, la macchina si collega alla presa elettrica, si accende ed è pronta. Non ha bisogno di altro perché sviluppa autonomamente la temperatura necessaria per produrre il gelato.

Gelatiera con compressore auto-refrigerante vantaggi

  • Gelato in qualsiasi momento: hai voglia di gelato? La gelatiera con compressore è sempre pronta, basta accenderla.
  • Tanti gusti: anche se è dotata di un solo cestello, la gelatiera con compressore può produrre più gusti uno dopo l’altro senza troppe attese.
  • Consumi: questo dipende dai modelli ma, contrariamente a quanto si possa pensare, non consumano tanto. Tanto per farvi un esempio, la mia gelatiera ha una potenza di raffreddamento di 180 W.

Gelatiera con compressore auto-refrigerante svantaggi

  • Ingombro: le gelatiere con compressore sono abbastanza grandi, anche quelle con un solo cestello, quindi vi servirà spazio in cucina.
  • Costo: purtroppo le gelatiere con compressore sono piuttosto costose, per cui le consiglio a chi ha già una certa familiarità con il gelato o chi sa che lo farà e spesso.
  • Rumorosità: sì, fa un po’ di rumore, però c’è di peggio.

Gelatiera con compressore auto-refrigerante quale scegliere

Il prezzo di una buona gelatiera con compressore auto-refrigerante è, purtroppo, sulle 200 euro.

Entrambi i tipi di gelatiera impiegano dai 30 minuti all’ora per produrre il gelato (dipende dal quantitativo).

Avete comprato o state usando una gelatiera? Raccontatemi la vostra esperienza! 🙂

Condividi la ricetta su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.